Articoli e Notizie

Benvenuto a Ibrahim Babatunde

11/01/2019



image

Diamo il benvenuto a Ibrahim Babatunde, il nuovo colpo del direttore sportivo Cesare Montana. E che colpo! Nigeriano d’origine, classe 1984, il nuovo attaccante rossoblù, dopo il settore giovanile nel Parma, ha esordito in Serie C con l’Arezzo e nel 2003 in Serie A, proprio a San Siro contro il Milan di Ancelotti futuro Campione d’Europa con la maglia del Piacenza con cui ha collezionato due presenze in A e tre in B. Poi un lungo peregrinare in giro per il Mondo, tra Belgio, Malta, dove nel 2006 si è aggiudicato il premio come miglior giocatore straniero dell’anno e Danimarca, prima del ritorno in Italia con la maglia della Nocerina in Serie D. Poi il ritorno a Malta e il successivo trasferimento in Lettonia, con il Daugava con cui ha vinto la Coppa nazionale nel 2013 e soprattutto ha esordito in Champions League contro gli svedesi dell’Elfsborg il 17 luglio 2013 nell’andata del turno preliminare, giocando poi anche il ritorno. Terminata l’esperienza lettone, Babatunde ha giocato anche nella massima serie in Libano, nel Racing Beirut, prima di tornare nuovamente in Italia con il Saronno in Eccellenza e quindi nella Promozione veneta con la maglia del Garda due anni fa. Quindi l’esperienza nella serie cadetta svizzera con Novazzano e Vedeggio, dove è rimasto fino allo scorso dicembre. Ora arriva a Melegnano per cercare di salvare la squadra in Promozione. Le sue prime parole da nuovo giocatore del Real Melegnano: < Sono arrivato a Melegnano tramite il mio procuratore e alcune conoscenze e ho visto che la squadra ha bisogno del mio aiuto. Sappiamo che servirà un’impresa per salvarci, ma io sono qui per questo, proprio per aiutare il Melegnano a restare in Promozione. Mi sto già allenando con i miei nuovi compagni che ho avuto modo di conoscere sono un bel gruppo. Spero che per domenica sia tutto a posto, in modo da poter giocare, perché non vedo l’ora di scendere in campo>. Il direttore sportivo Cesare Montana spiega come sia arrivato a Babatunde: <Abbiamo colto l’occasione di ingaggiare Babatunde tramite alcune mie conoscenze e ora siamo in attesa che il suo tesseramento vada a buon fine. Provenendo da una federazione estera la pratica infatti deve per forza passare da Roma, per cui stiamo solo attendendo l’ok, ma in ogni caso è un nostro giocatore. Sicuramente sarà un valore aggiunto, anche perché il suo curriculum parla da solo, ha già fatto vedere grandi cose in allenamento e soprattutto si è già calato nella nostra realtà>.

Ufficio Stampa

I nostri sponsor